giovedì, aprile 27, 2006

L'Opinione, alcune proposte

Paolo in un post dedicato al futuro incontro dei giovani liberali tratta, tra i vari argomenti, anche quello de L'Opinione, dichiarando: "Due sono gli aspetti di particolare interesse per connotare un quotidiano storicamente prestigioso come L’opinione: la politica internazionale (geopolitica) e il mondo della scuola e dei giovani. Per raggiungere l’obiettivo occorre pensare a un giornale distribuito in tutto il Paese, con una grafica rinnovata, con un numero di pagine sufficientemente ampio (da 8 a 14 pagine). Per raggiungere la necessaria autorevolezza si deve pensare a un comitato di garanti scientifico-culturale. L’opinione non entrerebbe in competizione con altri quotidiani – anche di centrodestra -, e sarebbe predisposto ad essere il secondo quotidiano da acquistare...."

Condivido in toto quanto da lui scritto e mi permetto, anche se un'pò in ritardo, di aggiungere qualche suggerimento (per la serie consigli non richiesti):
I valori (temi?) che devono essere portati avanti da L'Opinione e quindi sviluppati nei suoi articoli e rubriche dovrebbero essere la Laicità, il Liberalismo, il Liberismo, il Libertarismo e l'Atlantismo.
In particolare poi non dovrebbe essere trascurato il sempre attuale tema della Giustizia (giusta) e i più attuali Bioetica e Energia&Ambiente. Scontata l'Economia.

Paolo parla di geopolitica, e a me viene ovviamente subito in mente il Medio Oriente come anche Cina Russia e USA, ma non ci serve andare tanto lontano per renderci conto della totale disinformazione esistente su ciò che ci circonda, sto parlando dell'Unione Europea. Molti in Tocque-ville l'UE non la amano ( e ci hanno ragione) o addirittura amano più gli USA che l'Europa di cui sono (siamo) parte. Il problema non è che noi non amiamo l'Europa, e' che noi non amiamo questa Europa. L'Opinione dovrebbe quindi rivolgere una particolare attenzione alla UE, parlarci di lei, di cosa avviene in quegli uffici a Bruxelles di cui noi praticamente non sappiamo niente, di parlarcene con spirito critico lanciando proposte per una Nuova Europa, meno burocratica, più vicina ai suoi cittadini, più liberale, meno passiva, più filo americana.

Paolo parla anche di giovani, L'Opinione dovrebbe essere un giornale giovane, con una redazione giovane che sappia parlare (anche) ai giovani e dei giovani.

Richard Florida, docente di economia all’Università di Pittsburgh, ha da poco pubblicato un libro intitolato “La nuova classe creativa”, edito in Italia da Mondadori. L’economista comprende in essa gli addetti del settore scientifico, dell’ingegneria, dell’informatica, dell’istruzione superiore, della finanza, del design, della pubblicità, delle arti e dello spettacolo. In questa classe vengono per lo più ricompresi i così detti Trentenni ed è anche a costoro che L'Opinione dovrebbe guardare con interesse, magari dedicando al loro mondo una serie di inserti.
Per questa sezione una interessante fonte di ispirazione potrebbe essere la rivista
Zero, il mensile di cultura, politica e società fondato e diretto dal giovane Giuliano Da Empoli, edito dalla Marsilio e dedicato appunto alla realtà dei trentenni.



UPDATE: sul tema Giovani e Politica ne avevo già parlato anche in un mio post precedente
UPDATE 2: riguardo all'incontro dei giovani liberali se ne parla ancora su LE GUERRE CIVILI

13 Comments:

Blogger Paolo di Lautréamont said...

Segnalo.

2:43 PM  
Anonymous Candide said...

Quando dici che non dovrebbe entrare in competizione con altri giornali, intendi dire che deve avere un target diverso? Mi spiego meglio: la cosa che mi fa venire più l'orticaria è vedere la sudditanza intellettuale verso Ferrara, che in più di un'occasione si è vantato di non capire i ragionamenti complessi. È tutto un gran parlare di basi culturali e poi ti rendi conto che tutti questi intellettuali non hanno alcun rigore concettuale. Insomma a me piacerebbe anche un'Opinione che senza aggredire né offendere criticasse l'intellettualismo dogmatico di Ferrara e Mughini, che hanno ridotto la politica a pura lirica.

2:45 PM  
Anonymous camelot destra ideale said...

A proposito di noi trentenni, sull'Opionione potrebbe esserci una rubrica a noi dedicata: "I Peter Pan" :-)
Concordo con tutto...

10:08 AM  
Blogger Tudap said...

Grazie.
Per Candide: la frase l'ha scritta Paolo di Lautrèamont, cmq non sarebbe male se si creasse una rubrichetta (di poche righe proprio come quelle del Foglio) nella quale si pigliano simpaticamente e amichevolmente per il culo gli eccessi theocon di Ferrara & Co (ma anche di Socci su Libero). Ricordo di aver letto più di una volta nello spazio dedicato alle lettere dei lettori la lettera di Teodori che criticava le posizioni dell'ateo devoto (G.F.)e di risposta si beccava frasi senza senso che simpaticamente lo umiliavano. Ovvio che Teodori non potesse rispondegli con lo stesso tono dalle colonne de Il Giornale. Ebbene se ogni tanto su L'Opinione venisse riservato uno spazietto a Teodori affinchè simapaticamente possa sfogarsi contro il proliferare di theocons (finti laici) nel centro-destra sarebbe a mio parere una cosa, diciamo, divertente

2:14 PM  
Anonymous Candide said...

Sì, Tudap, concordo. Con Teodori sono in contatto, potrei chiederglielo io, ma è impegnatissimo, non so se preferirebbe a tal fine il Giornale (che fino ad oggi gli ha concesso molto spazio). Io ovviamente mi offro in prima persona per scuoiare il trichecone... non so però se sarebbe disposto Diaconale.

6:21 AM  
Blogger Jinzo said...

D'accordo.
Teodori mi ha detto personalmente che si vuole tirare fuori dai giochi.
Ciao!!

6:48 AM  
Blogger Robinik said...

D'accordo ;)

Ci si vede all'incontro?

4:21 PM  
Anonymous semplicemente liberale said...

Ottimo, Tudap. ;)

3:39 AM  
Blogger Tudap said...

Spero di sì

3:47 AM  
Blogger Tudap said...

Grazie Daniele ;-)

7:59 AM  
Anonymous Candide said...

Ciao Tudap, mi era venuta in mente l'idea di mostrare a Diaconale che abbiamo anche delle idee per aiutare lui, oltre che per farci aiutare o per migliorare l'Opinione. Gli ho scritto una mail chiedendogli se fosse d'accordo con una campagna di banner che invitano la gente a comprare l'Opinione in edicola, oppure a pagare una certa quota mediante SMS ogni volta che uno legge la versione on-line. Purtroppo non mi ha risposto. Tu cosa ne pensi?

11:19 AM  
Anonymous Anonimo said...

Great work!
[url=http://pkhendwo.com/jqyg/hwlc.html]My homepage[/url] | [url=http://jeafighc.com/mrit/rzbg.html]Cool site[/url]

4:19 AM  
Anonymous Anonimo said...

Well done!
http://pkhendwo.com/jqyg/hwlc.html | http://qhqxlvjp.com/qfcg/hxcx.html

4:25 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home