domenica, aprile 02, 2006

Per Forza Italia Martino non è un Prof. di Economia

Oggi mi è arrivato a casa il depliant di Forza Italia.
Sfogliando questa "rivista" capita ogni tanto di imbattersi in un trafiletto nel quale viene riportato l'operato del singolo ministro di FI e all'interno del quale è anche presente una sua breve biografia.
Non posso non astenermi dal muovere alcune critiche sul modo in cui sono state scritte queste più o meno brevi biografie.
La pagina dedicata ad Antonio Marzano titola "Il Ministro-Professore", segue un breve curriculum in cui viene riportata tanto l'attivita' accademica(Prof. di politica econima e e fininaziaria prima a Roma Tre e poi alla Luiss, 150 pubblicazioni...) quanto quella politica (forse alla prima viene addirittura dato più spazio della seconda) e poi i punti salienti dell'attivita' di Marzano da ministro.
Anche nella pagina di Enrico la Loggia viene dato ampio spazio oltre che alla sua attività politica anche a quella accademica (Prof. di Diritto Costituzionale ed Amministrativo all'Università di Palermo...).
Se si passa a Tremonti poi, vengono più che elogiate le sue capacità di grande Economista e Tributarista, Professore a Pavia, presidente del prestigioso Aspen Institute Italia ecc... oltre che ovviamente quelle politiche (tra le righe si legge che probabilmente sarà lui il sucessore di S.B.).
Se passiamo a Martino, ci si rimane un'pò male: viene trattato l'operato di Martino da Ministro della Difesa, l'abolizione della leva, le missioni in cui sono attualmente impiegati i nostri soldati(qui si poteva approfondire di più), ma sulla sua attvità accademica NULLA! non viene neanche accennato che Martino sia professore universitario anche sulla sua precedente attività politica si dice poco: non si nasconde che alcuni esponenti di spicco di FI siano ex DC, ma quando si aprla di Martino on viene neanche accennato che proviene dal Pli, quasi a vergognarsene.
E sulla sua attività accademica ce ne sarebbero di cose da dire, ma niente di niente, eppure dovrebbe essere un vanto avere un membro del governo che è stato allievo di un premio nobel. Certo, si potrebbe obbiettare che non viene riportato il fatto che sia un economista di tutto rispetto per il semplice fatto che ciò e' ininfluente per il ruolo che ricopre all'interno del governo, ma a me sembra che ci sia sotto qualcos'altro. Non so, è come se non si volesseo far sapere in giro le qualità di economista di Martino per sottolineare che aTremonti non c'è alternativa: lui è il migliore. O cmq che Martino e' un buon ministro ma come la pensa in economia è troppo liberista (anche per un partito che ama definirsi liberale!), quindi tanto vale far finta che di economia neanche se ne intenda.
Non so, cmq il modo in cui viene trattato Martino da FI non mi piace affatto

5 Comments:

Blogger Barney Panofsky said...

Il fatto è che in ottica neocon/teocon l'eccessivo liberismo è considerato dannoso.
Ormai FI ha aderito a questa linea neocon, servendosi di think tanks come Pera e Ferrara, per vari motivi:
1- Per avvicinarsi agli Usa di Bush
2- Per avere amica la Chiesa di Ratzinger il conservatore.
3- Per motivi di comodo: la posizione neocon è intermedia e quindi in grado di conciliare il liberismo di liberali "puri" come Martino ed esponenti della destra sociale e tradizionale.
Per questo, pur ammirando infinitamente Martino (che ho avuto modo di conoscere nel suo insegnamento alla Luiss) credo che la Forza Italia del futuro sarà più Pera che Martino.

4:16 PM  
Blogger Tudap said...

Secondo me dovrebbe stare a capo di un Think Tank modello Pera con Magna Carta, Brunetta con Free Foundation, Tremonti con Aspen Institute...
Se non ne può fonadare uno nuovo io lo piazzerei alla Fondazione Einaudi al posto di Zanone

10:16 AM  
Blogger liberaliperisraele said...

Ciao ma perchè visto che sei iscritto a Toqueville non metti il bannerino?
(scusa se non mi faccio i fatti miei)

Ti ho linkato nei preferiti :)

8:42 AM  
Blogger Tudap said...

Il bannerino c'era (è stato il primo che ho messo) ma evidentemente aggiungendone altri devo averlo cancellato. Grazie per avermelo fatto notare, ora corro a metterlo

9:50 AM  
Anonymous c@ndid€ said...

Ho scritto a Martino segnalando il invitandolo sul sito Neo-Lib (dopo le elezioni). Chi lo sa...

5:22 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home