sabato, maggio 27, 2006

Senatori a vita della CdL

Diciamocelo il fatto che tutti i senatori a vita siano di sinistra ci fa girare al quanto i coglioni, in particolare non mi riferisco tanto agli ex Presidenti della Repubblica (il che cmq dimostra che costoro non erano super partes) quanto piuttosto a quelle personalità che hanno reso lustro alla Nazione per alti meriti nei campi sociale, scientifico, artistico e letterario e che per questi motivi sono stati nominati Senatori a vita dal Presidente della Repubblica.
L'ultima volta, quando Ciampi nominò Napolitano senatore a vita, dalle fila del centro-destra ci fu chi si lamentò dichiarando "perchè sempre personalità provenienti dalla Sinistra?"
Dai banchi dell'allora oppossizione ci fu chi maliziosamente rispose che evidentemente personalità vicine al centro-destra con le caretteristiche richieste dall'art. 59 Cost. non ce ne erano (in realtà c'è stato chi aveva proposto Orianna Fallaci)

Ebbene quando verrà l'ora per l'attuale Presidente della Repubblica di nominare dei senatori a vita sarà bene non farsi trovare impreparati.
Ecco alcuni nomi che rispecchierebbero le caratteristiche richieste dalla costituzione:

- Oriana Fallaci (giornalista e scrittrice)
- Sergio Ricossa (Accademico dei Lincei)
- Vittorio Mathieu (Accademico dei Lincei)
- Gianni Letta (ex Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, uomo di alto profilo istituzionale e senso dello Stato trasversalmente apprezzato)

3 Comments:

Anonymous Anonimo said...

ma come, non Bossi che è stato proposto da Libero e dalla Padania? Lui sì che è un uomo con alto senso dello Stato e forte attaccamento alla nazione... o forse speravano di averlo senatore a vita nel Parlamento Padano (se esiste ancora)?

Per quanto riguarda i contemporanei, non mi sembra proprio che Pininfarina o Andreotti siano di sinistra... quanto allo stesso Andreotti, ti ricordo che lo avete barbaramente usato per provare a scardinare Marini: e ora, siccome dimostra di avere una coscienza propria, diventa immediatamente un Comunista...

1:21 PM  
Anonymous guardano da oltre-manica said...

e a proposito di mathieu, che tu dici di stimare tanto da proporlo come senatore a vita...

bene, ecco un suo articolo sul giornale http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=89271
che ti propongo di pubblicare sul blog. Certo non va molto d'accordo col tuo banner 'non è il mio presidente', ma è pur sempre l'opinione di un intellettuale stimato e, udite utite, non comunista.

Accetti la provocazione?

1:29 PM  
Blogger Tudap said...

Tra i nomi sopra proposti come hai potuto notare non c'è Bossi.
Se su Andreotti ti posso dare ragione su Pininfarina no. Cmq ora sei tu che ti metti a vedere comunisti ovunque....

Guardando da oltre mainica, ho letto l'articolo, non metto in dubbio che con un comunista si possa anche lavorare insieme, io ho diversi amici di sinistra (di cui alcuni comunisti comunisti)e non è che non riesco a divertirmi con loro solo per le loro idee politiche. Certo quando si parla di politica nascono discussioni anche molto accese.
Cmq Mathieu parla appunto di rapporti di lavoro ma qui stiamo parlando di politica.

Il banner di Napolitano l'ho messo con convinzione e ne avrei messo uno simile anche nel caso in cui fosse stato eletto un fascista come Fiore o simili.Per me fascisti e comunisti sono da considerare allo stesso livello.

Lo dico e lo ripeto, Napolitano non è il mio presidente, e alcune sue esternazioni me lo confermano.

I nomi sopra proposti come senatori a vita sono presentabilissimi.

5:32 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home